Home page - ATTUAZIONE DIRETTIVA QUADRO SULLE ACQUE 2000/60/CE - Recepimento della direttiva in Italia
:: Recepimento della direttiva in Italia
 

La direttiva 2000/60/CE è stata recepita in Italia attraverso il decreto legislativo 3 aprile 2006, n.152.Il decreto legislativo, con l’art. 64 ha ripartito il territorio nazionale in 8 distretti idrografici e prevede per ogni distretto la redazione di un piano di gestione, attribuendone la competenza alle Autorità di distretto idrografico. Nell’attesa della piena operatività delle Autorità di distretto, il decreto legge n. 208 del 30 dicembre 2008 convertito con modificazioni in Legge 27 febbraio 2009, n. 13, recante Misure straordinarie in materia di risorse idriche e di protezione dell’ambiente, stabilisce che l’adozione dei Piani di gestione avvenga a cura dei Comitati Istituzionali delle Autorità di bacino di rilievo nazionale, integrati dai componenti designati dalle regioni il cui territorio ricade nel distretto a cui si riferisce il piano.

Mappa interattiva dei Distretti Idrografici
Mappa interattiva distretti Sito Serchio Sicilia Sicilia Sicilia Appennino Meridionale Appennino Settentrionale Appennino Settentrionale Padano

Anche prima del recepimento della direttiva 2000/60/CE, tuttavia, l’ordinamento giuridico nazionale aveva introdotto con la Legge 183/89 il concetto di pianificazione a scala di bacino, da attuarsi attraverso la realizzazione dei Piani di Bacino e aveva anticipato un approccio integrato alla tutela delle acque attraverso il Decreto legislativo 152/1999 che prevedeva, tra l’altro, quale strumento di pianificazione delle misure per il conseguimento degli obiettivi ambientali in materia delle acque, l’elaborazione, a cura delle regioni, dei piani di tutela,  stralcio dei piani di bacino.

Via Cristoforo Colombo, 44 - 00147 Roma - Italia - Tel. centralino: 06.57221 - Email: info@minambiente.it